NEWS

Parlanno ’e poesia.3   di Romano Rizzo    Non so se vi siete mai chiesto quali sono i motivi che inducono a preferire una poesia ad un’altra, un poeta...
continua...
Cosmopolis   CANZONI POESIA MUSICA ARTE Sarà FESTA al VOMERO, presso la FABRICIA’S FITNESS & DANCE, VENERDI’ 27 MAGGIO 2016, dalle ore 17,00, in...
continua...
Caccia al tesoro   di Luigi Rezzuti   A chi non è mai capitato di non ricordare dove si è conservato un oggetto a cui si è particolarmente...
continua...
SEGNALIBRO a cura di Marisa Pumpo Pica   LA TOMBA PROFANATA Santagata si fa in quattro di Luciano Scateni  Guida - Kairos    Questo è il...
continua...
“L’ULTIMO SCUGNIZZO”   di Luigi Rezzuti   “L’ultimo scugnizzo” è una commedia in tre atti, rappresentata da Viviani per la prima volta nel 1932 al...
continua...
UN NATALE DA FAVOLA   Domenica 18 dicembre, ore 10-13, Giardini dell'Ippodromo di Agnano, presso Mercatino Contadino, lettura di favole di Natale...
continua...
TORNEO DI BOCCE AL LIDO CELESTE DI GIANOLA   Presso il Lido Celeste di Formia località Gianola si è svolto sabato 26 e domenica 27 agosto un...
continua...
Vincenzo Irolli: arte o commercio?    di Antonio La Gala   Vincenzo Irolli (Napoli, 1860 - 1949) scoprì la sua passione per l'arte a diciassette...
continua...
Papa Francesco – La Chiesa della Misericordia – San Paolo editore   di  Luciana Alboreto   Il 20 novembre 2016, nella Solennità di Nostro Signore...
continua...
RITIRO DEL NAPOLI A DIMARO FOLGARIDE   di Luigi Rezzuti   Si avvicina il precampionato del Napoli, che, dopo una stagione non entusiasmante, ma...
continua...

Miti napoletani di oggi.39

LA STAZIONE GARIBALDI DI “METRO 1”

 

di Sergio Zazzera

 

 

Non è detto che – in “cultura”, al pari che in “natura” – l’utile e il bello debbano coincidere. Quanto alla linea 1 della Metropolitana di Napoli, questa coincidenza è verificabile nella stazione Toledo, che, a detta di chi se ne intende più di me, sarebbe la più bella d’Europa, ma che, secondo me, è anche estremamente funzionale, col suo sistema di scale mobili, tappeti mobili e ascensori, che la collegano finanche con la piazza di Montecalvario. Non credo, viceversa, di poter dire altrettanto della stazione Garibaldi, progettata dal francese Dominique Perrault e inaugurata il 2 dicembre 2013.

La sua concezione è quella di una “piazza” sottoposta al livello di piazza Garibaldi, che, però, è coperta da una sorta di vele di teflon forato, che proteggono poco dal sole e male (direi, anzi, per nulla) dalla pioggia. Si potrà obiettare che, quando piove, anche sulla piazza “superiore” si adoperano ombrelli e impermeabili; ma si potrà anche controbattere che la pioggia, oltre che addosso agli utenti, si riversa anche sul fondo della piazza “inferiore”, fino a invadere la sede rotabile della linea, imponendo la sospensione del servizio, come di fatto avviene spesso. Con il che si dimostra l’esistenza del mito della funzionalità di un’opera architettonica, la quale, peraltro, gode dell’ottima compagnia del ponte della Costituzione a Venezia, realizzato da Santiago Calatrava, altra “archistar” dei giorni nostri, bello quanto si vuole, ma estremamente scivoloso, a causa della sua pavimentazione in vetro, che lascia vedere l’acqua del canale sottostante e, anzi, la lascia vedere ancor più da vicino, dopo essere scivolati e caduti.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen