NEWS

Chiude il complesso Damiani   di Luigi Rezzuti   A Pozzuoli, il mitico Club dei Damiani ha chiuso i battenti. Un triste segno un po' per tutti, sia...
continua...
MAGGIO DEI MONUMENTI   di Luigi Rezzuti   La 24° edizione del “Maggio dei Monumenti” è partita il 28 aprile per terminare il 3 giugno...
continua...
“SPUTAZZE” E “LIR’ÂRGIENTO”   di Sergio Zazzera   Per la seconda volta, la cittadina di Ercolano ha perso l’occasione di essere proclamata “Capitale...
continua...
Accucchià   di Alfredo Imperatore   Il verbo napoletano accucchià o accucchiare, pur derivando chiaramente dall’italiano accoppiare, composto da a...
continua...
‘O PAESE ‘E MASTU RAFELE   di Sergio Zazzera   Nel 1869 Antonio Petito diede alle stampe il testo di un suo lavoro teatrale, intitolato So Masto...
continua...
Sulla battigia   di Alfredo Imperatore   Luciana dell’Angelica, a più di un lustro dalla menopausa, conservava, nella perfezione delle sue forme...
continua...
Nascita della stazione di Napoli Centrale   di Antonio La Gala   Tutti i napoletani, quelli meno giovani, per esperienza diretta, gli altri,...
continua...
UNA NOTTE AL CASINO’   di Luigi Rezzuti   Ettore era un vecchio pensionato che percepiva una pensione di 620 euro al mese. Nel tempo, con grossi...
continua...
Il governo migliore è la speranza   di Annamaria Riccio   Affidiamo i nostri desideri agli eventi del futuro. Viviamo pensando che il dopo sarà la...
continua...
Ma a me, lei ci pensa ancora?   di Luigi Rezzuti   Francesco aveva quindici anni. Erano gli anni dei primi innamoramenti, amori teneri di un ragazzo...
continua...

BELLE INIZIATIVE ALLA D’OVIDIO NICOLARDI

 

di Annamaria Riccio

 

E’ forse tra le scuole più vive ed impegnate del territorio, ma oserei dire d’Italia.

Già all’ingresso si respira aria di vivace operatività ed allegria, perché  vedere la struttura che presenta la famosa rampa che porta fino al terzo piano, ricordando un’enorme scala a chiocciola senza pioli, fa fantasticare, portando la mente alla favola della pianta di fagioli tanto cresciuta da arrivare alle porte di un castello incantato. Dalla sommità dell’ultimo piano, alla fine delle lezioni, incanta lo scenario nel presentare una girandola di ragazzi che ordinatamente compongono  una sorta di coreografia mai studiata. E quando questa rampa si riempie di allegri festoni rossi, diventa una cornice gioiosa. In questo contesto pittoresco hanno contribuito gli addobbi e gli ornamenti degli alunni tutti che, alla laboriosa guida del prof. Terracciano e della prof. Miglietta,  hanno partecipato al progetto di Natale. Ma non sono stati i soli docenti a dare il loro sostegno alle attività, tutti i docenti, chi in maggiore, chi in minor misura, hanno consentito l’allestimento natalizio. Il progetto non ha previsto solo ornamenti: nel pomeriggio del 21 dicembre, la scuola è stata scenario di una toccante manifestazione che ha visto l’esibizione dell’orchestra “Futura”, il coro nell’esecuzione di canti tradizionali, coreografie preparate dagli stessi alunni con vivaci costumi.  Per finire, un ricco e articolato mercato artigianale con oggetti realizzati dagli alunni tra i quali le Pigotte, le bambole simbolo dell’UNICEF a cui sarà destinato  parte dell’incasso derivato dalla vendita degli oggetti. La  Dirigente, prof.ssa Valeria Tripepi ha colto l’occasione per formulare gli auguri alle famiglie tutte.

Questa del Natale è stata una delle varie iniziative che si sono aggiunte ad altri validi progetti. Ricordiamo DIVERSA SCUOLA, che vede la compartecipazione di alunni diversamente abili, BES e alunni particolarmente distinti nell’impegno e la disponibilità verso i compagni.

Nell’atmosfera festosa, una triste notizia, la perdita della collega Rossella Danisi, che si è spenta prematuramente dopo breve malattia. Il cordoglio del personale si è aggiunto a quello in occasione della scomparsa,  a luglio, della prof.ssa Marilena Valente, in onore della quale,  proprio la mattina della manifestazione, è stata inaugurata la targa a lei dedicata, affissa alla parete adiacente il laboratorio scientifico. Marilena ne è stata responsabile, dedicandosi con impegno e interesse nel corso di questi anni  ed era giusto un meritato ricordo.

L’instancabile “D’Ovidio Nicolardi” continua la sua opera con i laboratori di continuità che vedranno impegnati docenti e alunni nell’open day annuale.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen