NEWS

AL PAN DI NAPOLI LE “OMBRE” DI ARMANDO DE STEFANO   Dal 19 maggio al 25 giugno, una mostra curata da Mimma Sardella. Armando De Stefano omaggia Jorge...
continua...
“I De Filippo, il mestiere in scena”. Anteprima mondiale a Napoli.   di Luciana Alboreto   Le storiche sale di Castel dell’Ovo, accolgono dal 28...
continua...
La Posillipo di Virgilio   di Antonio La Gala     Il grande poeta Publio Virgilio Marone ebbe il primo contatto con Napoli quando decise di studiare...
continua...
Eleganza   di Mariacarla Rubinacci   Finalmente ha fatto il suo trionfale ingresso la stagione calda/tiepida, dato che alcuni momenti di pioggia...
continua...
Andiamo a Teatro   a cura di Marisa Pumpo Pica   “Two”, una coppia alle prese con dinamiche da bar Alla Sala Pasolini di Salerno nell’ambito della...
continua...
"CONCERTO PER ARCHI E FILI D'ERBA"  
continua...
TANGO DOWN di Gianluca Durante Caccia all’assassino   di Marisa Pumpo Pica     Presso l'Oratorio dell'Arciconfraternita, a Vietri sul Mare, si è...
continua...
“L’ULTIMO SCUGNIZZO”   di Luigi Rezzuti   “L’ultimo scugnizzo” è una commedia in tre atti, rappresentata da Viviani per la prima volta nel 1932 al...
continua...
Maggio dei monumenti   di Luigi Rezzuti   Il maggio dei monumenti 2016 è iniziato e terminerà a metà giugno. La 24° edizione è incentrata sulle...
continua...
LUNA ROSSA TORNA IN COPPA AMERICA   di Luigi Rezzuti   Alla 35a edizione dell’America’s Cup, disputatasi alle Bermuda, non gareggiò il team Luna...
continua...

Cetara al simposio internazionale in Giappone

 

di Claudia Bonasi

 

 

Cetara partecipa, da protagonista, in Giappone, al simposio internazionale “La via del futuro ritrovato nel passato. Via della fermentazione”. Il sindaco del noto borgo marinaro della Costiera amalfitana, Secondo Squizzato, è stato ospite di una serie di incontri importanti con alcune realtà del Sol Levante, che si sono conclusi con la firma del “Manifesto di Kumagawa”. L’atto di impegno è stato sottoscritto dal primo cittadino di Cetara, dai sindaci delle città di Wakasa e Nanto, e da un rappresentante del Ministero giapponese. Tra gli invitati al simposio, Massimo Bernacchini, consigliere nazionale di Slow Food e rappresentante della cooperativa pescatori di Orbetello, produttori della bottarga di muggine, presidio Slow Food. L’iniziativa è partita dal desiderio degli organizzatori giapponesi di valorizzare alcuni prodotti legati al pescato, soprattutto quelli di antica tradizione, per farne un motivo di attrazione turistica, così come ha già fatto Cetara con la colatura di alici, diventato vero e proprio brand identificativo del paese. Nel Manifesto di  Kumagawa si legge “Sin dall’antichità la bontà del mare ha arricchito ogni giorno la nostra tavola (…) auspichiamo che i saperi della trasformazione delle risorse ittiche e dei cibi si conservino a lungo nel futuro (…). Desideriamo che questo cibo locale si tramandi alle prossime generazioni in maniera sana”. L’impegno dei firmatari è anche quello di continuare ad incontrarsi, nel tempo, per condividere saperi ed esperienze in questo settore. “A Kumagawa passa la ‘strada dello sgombro’ che, da Wakasa, località costiera, raggiungeva Kyoto per fornire il pesce alla residenza imperiale. Il Giappone ha scelto questa prima piccola località per dare rilevanza al ‘Japan Heritage’. Così come abbiamo fatto noi con la colatura di alici, anche gli amministratori giapponesi vogliono avviare, per i loro prodotti, un percorso di marketing territoriale. Per noi è una prospettiva di sviluppo e di confronto produttivo con una realtà che insegue i nostri stessi obiettivi”, ha confermato Squizzato di ritorno dal Giappone.

(Marzo 2016)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen