NEWS

Andiamo a Teatro   a cura di Marisa Pumpo Pica   “Two”, una coppia alle prese con dinamiche da bar Alla Sala Pasolini di Salerno nell’ambito della...
continua...
MOTOCICLETTE CON SIDECAR   di Luigi Rezzuti   Le origini della motocarrozzetta risalgono alla fine del XIX secolo, quando un ufficiale dell’esercito...
continua...
Spigolature   di Luciano Scateni   L’ottimismo si chiama Apple Indossa il giacchino blu di metalmeccanico, stinto dalla fatica, sbiadita la scritta...
continua...
Andiamo a Teatro   a cura di Marisa Pumpo Pica   Esilio II Stagione Mutaverso Teatro   Venerdì, 17 marzo, all’Auditorium del Centro Sociale di...
continua...
Premio Albatros 2016: “La Famiglia ”   Sabato 16 aprile, alle ore 10.30, in Napoli, via Mezzocannone, nella Basilica di San Giovanni Maggiore, si...
continua...
Miti napoletani di oggi.58 IL CORTEO FUNEBRE   di Sergio Zazzera   Un mattino qualsiasi di un giorno qualsiasi, in una strada qualsiasi di un...
continua...
Miti napoletani di oggi.68 L’attesa del mezzo di trasporto   di Sergio Zazzera   La scena si ripete tutti i giorni, anche più volte nella stessa...
continua...
NATALE A NAPOLI   di Luigi Rezzuti   Natale è alle porte e,  come ogni anno, si pone il dilemma: albero di Natale, con i suoi lampioncini, i nastri,...
continua...
Il Liceo Umberto   di Antonio La Gala   Il primo liceo istituito a Napoli, subito dopo l’Unità d’Italia, fu il Vittorio Emanuele II, ad indirizzo...
continua...
“L’UOMO NELLA STORIA”   Giovedì 14 dicembre 2017, alle ore 19,00 la ModartGallery di SABINALBANO, salita Vetriera, 15 Napoli, presenta la mostra...
continua...

Città della Scienza rinasce dalle sue ceneri

Corporea e il Planetario 3D

 

di Luciana Alboreto

 

Napoli, come da ogni evento nefasto, rinasce vittoriosa. La storia di una città, radiosa come il sole ed inconfondibile per il calore umano, non si smentisce per l’ennesima beffa del destino. A marzo del 2013 un incendio distrusse un settore di Città della Scienza, arrecando incommensurabili danni. A quattro anni da quella data, ne avviene la piena reintegrazione nel panorama culturale nazionale, con l’esordio di due eventi: Corporea e il Planetario 3D. Lo ha annunciato, fieramente, il fisico Vittorio Silvestrini che, trent’anni fa, fu l’inventore di questa struttura. Da testimone dei sacrifici occorsi per la ricostruzione, ha evidenziato i meriti di una popolazione, solidale e generosa, grazie alla quale molto si è potuto fare per riedificare le parti lese dal rogo. Ed è con questi due eventi che si delinea il rilancio di Città della Scienza a Napoli. Di sprone e sostegno alla rinascita, anche le autorità politiche ed amministrative locali hanno dato voce all’attivo e produttivo impegno sociale, civile e culturale. Si prevede, nel corso di questo mese di marzo, l’affluenza di giovani, studenti ed intere famiglie, catturati da sfavillanti tecnologie di realtà virtuali, capaci di svelare curiosità del mondo umano e planetario. Corporea è il primo museo interattivo che si occupa di salute e prevenzione medica, comprensibili grazie a viaggi esplorativi dentro se stessi, alla scoperta degli organi interni e del loro funzionamento negli apparati. Il Dome 3D è invece il più grande planetario d’Italia che consente un viaggio virtuale tra stelle e pianeti, suscitando meraviglia nell’immersione in meandri cosmici sconosciuti. Uno strabiliante successo si prospetta nei laboratori virtuali, preposti ad accogliere i visitatori. Una nuova scommessa, vinta dalla nostra città, a livello internazionale e con promesse di scambi interculturali su ampia scala.

(Marzo 2017)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen