NEWS

A San Valentino …abbiamo tutti 20 anni   Al Museo del Mare, il 14 febbraio, non per nostalgia ma perché anche se i nostri capelli sono bianchi,...
continua...
Miti napoletani di oggi.64 LA “CITTA' IMPERMEABILE”   di Sergio Zazzera   Walter Benjamin elaborò per Napoli la definizione di «città porosa», nel...
continua...
LUIGI NECCO MUORE ALL’ETA’ DI 83 ANNI   di Luigi Rezzuti   E’ morto Luigi Necco all’ospedale Cardarelli di Napoli per insufficienza respiratoria. I...
continua...
Parlanno ’e poesia 12 – Varie   di Romano Rizzo   Ragionando di poeti e poesia, mi sono tornate in mente alcune semplici considerazioni, che spesso ho...
continua...
Il governo migliore è la speranza   di Annamaria Riccio   Affidiamo i nostri desideri agli eventi del futuro. Viviamo pensando che il dopo sarà la...
continua...
Come fu creata Eva   di Luigi Rezzuti     Fu tutta colpa della depressione di Adamo, il quale, non essendo contento di trovarsi nel Paradiso...
continua...
“UN PERCHÉ AL GIORNO TOGLIE LA NOIA DI TORNO”   Giovedì 23 Maggio, ore 18,  Nuovo Teatro Sancarluccio, via San Pasquale, Napoli. Roberto D’Ajello e...
continua...
 SPIGOLATURE   di Luciano Scateni   I “no” degli omofobi   Il becero ribellismo della Lega Nord carica Salvini di odio sociale e non ci vuole il...
continua...
Villa Regina al Vomero    di Antonio La Gala   Le residenze, che in età vicereale cominciarono ad insediarsi sulla collina vomerese, si...
continua...
Raccontami una storia   di Mariacarla Rubinacci      C’era una volta Virus, un re crudele della dinastia Covid 19, che regnava a Corona, un Paese...
continua...

GIUSEPPE ANTONELLO LEONE

 


Giuseppe Antonello Leone, pittore scultore ceramista e poeta, è nato il 6 luglio 1917 a Pratola Serra ed è morto a Napoli il 26 giugno 2016. Inizia in Irpinia la sua formazione scolastica e intellettuale. Allievo di Settimio Lauriello, ottiene il diploma di maestro d’arte per la ceramica nel 1936. Prosegue la sua formazione a Napoli dove si diploma in pittura nel 1940 all’Accademia di Belle Arti sotto la guida di Mino Maccari, Pietro Gaudenzi, Eugenio Scorzelli. Frequenta il corso di decorazione pittorica con Emilio Notte e Alessandro Monteleone. Partecipa alla XXII Biennale di Venezia segnalandosi al terzo posto. Espone a Zurigo nella Mostra di scultori italiani contemporanei, presentato con nota critica di Antonio Maraini.

In un periodo storico, ricco di fermenti culturali, sociali e politici, Giuseppe Antonello Leone affianca alla sua straordinaria capacità artistica, l’impegno civile. È compagno di uomini come Rocco Scotellaro, Manlio Rossi Doria, Carlo Levi, Tommaso Pedio, Maria Padula, “forte” pittrice lucana, che divenne sua moglie, nell’impegno per l’alfabetizzazione e nella lotta per il riscatto del Sud. Dirige vari Istituti statali d’Arte (Potenza, Sessa Aurunca, San Leucio, Napoli). Collabora a mostre ed eventi culturali di livello nazionale e internazionale; riceve numerosi riconoscimenti ed è autore di significative opere pubbliche.

(Maggio 2017)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen