NEWS

Il Paesaggio d’Arte - Winterscapes     Mostra Fotografica - Evento organizzato dalla Associazione Aistetikà,  a cura di Franco Lista e Sergio V. Garzia...
continua...
Parlanno ’e poesia 6   di Romano Rizzo   Giuseppe Capaldo Nacque a Napoli il 21 marzo del  1874 da genitori di modeste origini, che gestivano un’...
continua...
LINO BANFI   di Luigi Rezzuti   Pasquale Zagaria, in arte Lino Banfi, nasce il 9 luglio del 1936 ad Andria, in provincia di Bari. A quindici anni...
continua...
AL SALOTTO CERINO   Salotto Cerino –  Piazzetta del Leone   Giovedì,  30 marzo, alle ore 18 “La Napoli letteraria di Francesco D’Episcopo" Con...
continua...
“Pagine” di Vincenzo Aulitto e Francesco Lucrezi     Mercoledì 13 dicembre 2017 alle ore 17 presso Movimento Aperto, via Duomo  290/c Napoli si...
continua...
La tarantina - L’ultimo femminiello   di Luigi Rezzuti   Fu cacciato di casa all’età di nove anni e la sua unica scuola fu il marciapiede. Per le...
continua...
Miti napoletani di oggi.44 Labirinto napoletano   di Sergio Zazzera   Il mito classico del labirinto è noto a tutti: l’assatanata Pasifae si lascia...
continua...
Un libro a Teatro   a cura di Marisa Pumpo Pica   Sabato, 5 marzo, alle ore 11.30, nella sala del Teatro Diana, nell’ambito della rassegna...
continua...
    RESIDENZE BORBONICHE, Patrimonio dell’Umanità   APPELLO-PROPOSTA di candidatura per la lista UNESCO   Una grande campagna di...
continua...
Il limite infranto   di Gabriella Pagnotta   Georges Bataille, filosofo francese del secolo scorso, illumina il nostro tempo con le sue riflessioni...
continua...

XXI edizione del Premio Montale Fuori di Casa 

Il riconoscimento a Massimo Gramellini  

 

Queste le motivazioni con cui è stato assegnato il XXI Premio Montale Fuori di Casa 2017 (sezione giornalismo) a Massimo Gramellini (Torino, 1960), scrittore, giornalista, editorialita editorialista e vicedirettore del «Corriere della Sera»:
- “Per aver saputo creare negli anni, con i suoi editoriali e commenti televisivi, esempio di fine ironia e capacità di analisi sulla realtà che ci circonda, un rapporto empatico e di fiducia nei suoi lettori.”-       -
Il premio, dedicato allo scrittore Eugenio Montale (1896-1981) intende ricordare il suo «secondo mestiere» - come amava definirlo il Nobel per la letteratura quando iniziò a lavorare come giornalista presso il «Corriere» - e deve il suo nome al volume montaliano Fuori di casa, pubblicato in prima edizione nel 1969 dall'editore Ricciardi e dedicato ai reportage di viaggio scritti per il «Corriere».
E proprio il viaggio è il tema cui si ispira questo evento itinerante, che coinvolge le città di Sarzana, Genova, Firenze, Milano, e che quest'anno premia, per le altre sezioni: Enrico Testa, per la produzione poetica, saggistica e giornalistica (Sezione ligure); Eraldo Affinati, per aver trattato i temi del dialogo e dell'integrazione (Sezione Mediterraneo), Marco Garzonio, autore de I profeti della porta accanto (Àncora), per l'opera saggistica e poetica (Sezione Milano e senso civico).

Massimo Gramellini si è confrontato, invece,  con il tema del dolore, mostrando la capacità di reinterpretarlo in senso positivo. E questo aspetto lo accosta a Montale nell'aver «aperto squarci che consentono di guardarci dentro».
Il giornalista ha ricevuto il premio giovedì, 25 aprile 2017, nella sala del Grechetto della Biblioteca Sormani di Milano. Dopo i saluti di Stefano Parise (direttore area biblioteche del Comune di Milano) e di  Adriana Beverini (presidente del Premio) hanno dialogato con lo scrittore Mariangela Guandalini e il giornalista/poeta Sebastiano Grasso. In chiusura, un caffè per il pubblico, in omaggio all'omonima rubrica, curata da Gramellini sul «Corriere della Sera».

(marisa pumpo pica)

(Maggio 2017)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen