NEWS

L’esilio della bellezza   di Gabriella Pagnotta   Qual è il valore del limite oggi? I limiti sono qualcosa da temere, da mantenere, da costruire o da...
continua...
Città della Scienza rinasce dalle sue ceneri Corporea e il Planetario 3D   di Luciana Alboreto   Napoli, come da ogni evento nefasto, rinasce...
continua...
FINALMENTE RISOLTO IL MISTERO DEL TRIANGOLO DELLE BERMUDA   di Luigi Rezzuti   Ormai tutti conoscono, almeno per sentito dire, il Triangolo delle...
continua...
Miti napoletani di oggi.41 L’IDENTITA’ NAPOLETANA   di Sergio Zazzera   L’antropologia definisce l’identità come «patrimonio da conservare» e, in...
continua...
LA NUOVA SCUOLA   di Annamaria Riccio   O meglio, la scuola che vorremmo. Il titolo, che la dice tutta sulla surroga a quella attuale, cioè la Buona...
continua...
LA  FIGLIA  FEMMINA, di Anna Giurickovic Dato   di Luigi Alviggi   Il libro si apre nella città di Rabat ove il padre Giorgio, diplomatico italiano,...
continua...
Ecco i tre vincitori del premio Trivio     di Claudia Bonasi   Ecco i vincitori del premio letterario Trivio 2016. Per la sezione prosa edita vince...
continua...
CARMINE REZZUTI E QUINTINO SCOLAVINO ESPONGONO  AL MUSEO ARCHEOLOGICO DI NAPOLI   Dopo aver partecipato alle Biennali di Venezia, alle Quadriennali...
continua...
I Cacciottoli   diAntonio La Gala   Questo toponimo denomina sia la Salita, che da Corso Vittorio Emanuele porta al Vomero, sia un'estesa zona...
continua...
"CONCERTO PER ARCHI E FILI D'ERBA"  
continua...

“L’UOMO NELLA STORIA”

 


Giovedì 14 dicembre 2017, alle ore 19,00 la ModartGallery di SABINALBANO, salita Vetriera, 15 Napoli, presenta la mostra “L’UOMO NELLA STORIA 1974” di Giuseppe Panariello a cura di Maresa Galli che interpreta in chiave filosofica il progetto di Panariello. L’artista presenta dodici opere (70x100) su dibond, dai cromatismi accesi che svelano memorie, visioni e mondi del viaggio nella storia dell’uomo. Panariello racconta con una grafica orientata alla comunicazione visiva il viaggio meraviglioso, sconcertante, ambiguo, trionfante, brutale dell’uomo nel tempo. Il progetto vedrà anche la presentazione del CALENDARIO 2018 in tiratura limitata, con stilemi di Maresa Galli. L’arte – spiega Panariello – è un grande viaggio, non ci si ferma mai: “vi fu sempre nel mondo assai più di quanto gli uomini potessero vedere quando andavano lenti, figuriamoci se lo potranno vedere andando veloci (John Ruskin). Questa mostra mi permette di condividere una parte della mia vita che non era visibile. Si tratta di disegni realizzati circa quarantatré anni fa ma che ora sono più attuali e sentiti che mai”. 
La mostra sarà visitabile da giovedì 14 dicembre 2017 al 14 gennaio 2018. (Per appuntamento info +39 348 8030029 - +39 347 8116190).

(Dicembre 2017)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen