NEWS

PREMIO CONCETTA BARRA - ISOLA DI PROCIDA -TERZA EDIZIONE   A settembre 2016 si è tenuta la terza edizione del “Premio Concetta Barra – Isola di...
continua...
AVERSA COMPIE 994 ANNI                                       Aversa celebra il suo 994° compleanno con una “Due giorni” organizzata dall’Associazione...
continua...
Parlanno 'e poesia   di Romano Rizzo   Antonino Alonge (Palermo, 20 settembre 1871 - Milano, 13 agosto 1958). Poeta e giornalista, visse a Napoli...
continua...
Il tempo del vino e delle rose Caffè letterario piazza Dante 44/45, Napoli Info 081 014 5940   Domenica, 25 novembre, ore 10:30, per la Rassegna "La...
continua...
Attilio Pratella, la vita.   di Antonio La Gala   Attilio Pratella è uno fra i più noti pittori che hanno operato a Napoli negli ultimi anni...
continua...
Stabia Teatro Festival 2019 - Premio "Annibale Ruccello”   È Peppe Barra l’artista insignito del Premio “Annibale Ruccello” 2019. Una serata...
continua...
BOMBE DI MERCATO   di Luigi Rezzuti   E’ da poco terminato il Campionato italiano di calcio di Serie A e già gli addetti ai lavori sono impegnati in...
continua...
PREVISIONI PER L’ESTATE 2019   di Luigi Rezzuti   Arrivano sempre più conferme su quella che sarà un’estate bollente, con caldo insopportabile, ...
continua...
SALUTE E BENESSERE Una casa a misura di sonno   di Peppe Iannicelli   Un terzo della giornata per lavorare, un terzo della giornata per vivere i...
continua...
CONCERTO DI NATALE - FONDAZIONE CASTEL CAPUANO     (Dicembre 2019)
continua...

IL SENSO DELLA POSSIBILITA’

 


Martedì 18 giugno 2013 alle ore 18.00, presso la libreria Loffredo (via Kerbaker, 19/21 – Napoli), presentazione della raccolta di poesie: IL SENSO DELLA POSSIBILITA’, di Antonio Spagnuolo (Kairòs Edizioni). All'incontro con l’Autore interverranno Ugo Piscopo e Ciro Vitiello; modera Maurizio Vitiello; letture di Maria Rosaria Riccio.

La scrittura delle immagini, ne ” Il senso della possibilità” di Antonio Spagnuolo, concede al lettore una perfetta armonia di toni e di soggiacenze albicanti attraverso il suo nuovo snodo poetico. Affiora trasversalmente una straordinaria sfida al già ricco e denso turgore del preconscio: questa stratificazione, sedimentata di ricerca e di originalità, che da un cinquantennio Antonio Spagnuolo porta avanti nella sua valorosa attività di poeta, si presenta alla nostra sensibilità, con una fase nuova e assai più distesa, nel tentativo inesausto di disvelamento del mistero della condizione umana.

Il milieu d’incontro non è più in quel disaggregante mondo delle immagini, che trova nel topos della malattia o nell’esperienza del discorso amoroso le sotterranee latebre dell’inconscio, ma, sulla scorta di un’indagine incrociata, vengono alla luce i residui diurni di una ragionevolezza emulsionante, quando l’amore si ritrae dall’essere e fa capolino l’infinita trascendenza dell’esperienza interiore, disseminata nei versi di questa appagante silloge.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen