NEWS

IL PALLINO DELLA GUERRA   di Luigi Rezzuti   Durante la permanenza militare all’ospedale militare, una mattina, arrivò l’ordine di una esercitazione...
continua...
Il governo migliore è la speranza   di Annamaria Riccio   Affidiamo i nostri desideri agli eventi del futuro. Viviamo pensando che il dopo sarà la...
continua...
IL "PREMIO CERINO"   (Maggio 2016)
continua...
Città della Scienza rinasce dalle sue ceneri Corporea e il Planetario 3D   di Luciana Alboreto   Napoli, come da ogni evento nefasto, rinasce...
continua...
Andiamo a Teatro a cura di Marisa Pumpo Pica   "Homologia" - Prima assoluta per la Campania   Questa volta è nostro intento segnalare al lettore gli...
continua...
GLI ESAMI DI MATURITA’*   di Luigi Rezzuti   Ormai siamo prossimi agli esami di maturità che inizieranno, con la prima prova, il 22 giugno e...
continua...
Andiamo a teatro a cura di Marisa Pumpo Pica   Al Teatro Trianon Viviani di Napoli Zappatore Tiziana De Giacomo in scena con Francesco Merola - Regia...
continua...
Annella, un’anomalia del Seicento.   di Antonio La Gala   Un tratto dell’antica “via per colles”, che in epoca romana congiungeva l’area flegrea con...
continua...
Andiamo a teatro   a cura di Marisa Pumpo Pica   Rassegna Atelier - Domenica 8 gennaio al Nuovo di Salerno - Piaf: black without wings Secondo...
continua...
Andiamo a Teatro   a cura di Marisa Pumpo Pica   Antonio Poli debutta nel ruolo de Il Duca di Mantova nella nuova produzione di “Rigoletto”, in scena...
continua...

Al Castel dell’Ovo  “That’s Amore”

 

 di Francesca Bruciano

 

La Collettiva d’Arte “That’s Amore” - con il Patrocinio morale del Comune di Napoli -  ospitata dal 4 al 17 luglio a Castel dell’Ovo, nella Sala delle Terrazze,  prosegue il suo viaggio, dopo il successo ottenuto lo scorso giugno nel Laboratorio Artistico Maclis di Monica Palumbo, punto di incontro per gli appassionati d’ arte a Napoli e che poco tempo fa ha accolto anche la prestigiosa collezione di Salvatore Emblema.


La rassegna, appena inaugurata al Castel dell’Ovo, con le opere degli artisti Antonio Conte, Ciro D’Alessio e Giovanni Manzo continua, quindi, con la presentazione di più opere e con un video esclusivo. That’s Amore è:<< Un vero e proprio atto d’amore – sottolinea la curatrice ETRA- Valeria Polly Ferronetti . E’ in realtà un progetto  concepito come un percorso itinerante, alla riscoperta dei luoghi, magici e incantati che la città nasconde e che, con la nascita della ztl,  sono ritornati al loro primo splendore. Ed è poi la celebre canzone scritta dal paroliere Jack Brooks e dal compositore Harry Warren portata al successo da Dean Martin nel lontano 1953. Una canzone nata come dichiarazione d’affetto per Napoli e le sue antiche tradizioni, la tarantella, la pizza, la pasta e fagioli>>.  


I tre artisti,  pur diversi tra loro, per tecniche e percorsi  professionali, sia in Italia che all’estero, narrano, attraverso l’uso sapiente di colori, luce ed immagini, una maniera originale di interpretare la realtà, rivisitandola in chiave moderna. Che si tratti di un paesaggio,  dello scorcio di un vicolo  o di un lembo di costa,  l’occhio dell’osservatore attento diviene partecipe dell’ambiente circostante e si riappropria di ciò di cui fa parte. Non solo un divertissement ma una pittura che spazia da visioni utopiche e surreali ad altre, concrete e romantiche, per rendere uno spaccato della realtà culturale non solo napoletana. Una mostra che si esplica soprattutto nell’ottica di una doppia visione, come riscoperta dei luoghi che hanno fatto la storia millenaria di Napoli ispirando artisti, poeti, intellettuali e come rivalutazione e rilancio culturale.


Al vernissage sono intervenuti Luciano Fuggetta, presidente della Proloco e il vicepresidente del Consiglio Comunale, Fulvio Frezza. Entrambi si sono detti soddisfatti per il tema che accompagna la mostra e che vuole essere un omaggio alla città, ma che soprattutto vuole apportare nuovo vigore alla cultura e all’arte in un capoluogo come quello partenopeo, ricco non solo di attrazioni paesaggistiche, canore e di eventi ma anche, e  in primo luogo, di “realtà” che vanno valorizzate.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen