NEWS

A VOLTE RITORNANO…: IL CAFFE’ SCOTTO IONNO   di Sergio Zazzera   Scotto Ionno – “lo scozzese biondo”, nel dialetto procidano – si chiamava Vincenzo...
continua...
HADDA  FERNI’  STA  PANDEMIA   di Luigi Rezzuti   Appena potrò, metterò le scarpe più comode che ho e farò tanti di quei chilometri a piedi che...
continua...
IL NAPOLI. Sorpresa del campionato di calcio di Serie A       di Luigi Rezzuti   Già dall’inizio del campionato di calcio di Serie A 2021 – 2022, si...
continua...
L’architettura delle stazioni ferroviarie dell’Ottocento   di Antonio La Gala   Le prime stazioni ferroviarie, quando sorsero attorno a metà...
continua...
Summit su intelligenza artificiale a Pollica   di Annamaria Riccio    Al via la quarta edizione del “pollica summer workshop”: 150 fisici teorici...
continua...
Era una mattina di “primavera”   di Mariacarla Rubinacci   La Terra quando arriva la stagione del risveglio dopo il letargo invernale, mi fa toc toc...
continua...
Spigolature   di Luciano Scateni   Voglia di tregua Scoppia la pace. L’Italia, il mondo intero, nelle piazze dei cinque continenti, si veste di...
continua...
Pittura nel Seicento al Vomero   di Antonio La Gala   Quando si parla di pittori "vomeresi" il pensiero va subito ai protagonisti del mondo artistico...
continua...
Una favola cinese   di Alfredo Imperatore   Mao-Tse-Men, il “ciglio di Budda”, così parlò: < Il servo dei servi che, alzando lo sguardo alle nobili...
continua...
I tram a vapore di Napoli   di Antonio La Gala   Nella seconda metà dell’Ottocento la locomozione a vapore nel settore delle ferrovie maggiori...
continua...

Da Nicola Garofano

 

No, lockdown. Io non voglio restare di nuovo a casa

 


Patrizia è tornata. Grande successo per il nuovo, divertentissimo video di Tiziana De Giacomo.

Successo mediatico per il ritorno in video di Patrizia, “No, lockdown. Io non voglio restare di nuovo a casa”, la divertente parodia dell’attrice Tiziana De Giacomo, un j’accuse per gli italiani, una denuncia pubblica verso chi, questa estate, non ha continuato con le protezioni da coronavirus. L’intento è divertire le persone ma anche diffondere la consapevolezza sul virus e sulla necessità di prendere tutte le precauzioni possibili per salvare gli altri, oltre che noi stessi. Insieme si può battere il coronavirus.

Il video è disponibile sul seguente link: https://www.facebook.com/TIZIANADEG/videos/388235239000333


Si legge sul profilo Facebook di Tiziana De Giacomo, dopo il successo virale dell’ultimo video su Patrizia:

«Grazie! In tanti mi avete riempita di complimenti, per il video e sono strafelice. Ho cercato, a modo mio, di veicolare un messaggio mettendo in pratica ciò che sono come artista. Non mi piace ostentare, non lo faccio mai. Quel che sono l’ho imparato da grandi maestri e persone che stimo e non ho bisogno di sottolinearlo e vi ringrazio di nuovo. Ma ora ci troviamo in un momento delicato. Sembra che si sia persa la ragione, si sia persa la bellezza, si sia perso tutto. A modo mio, ripeto, con quello che so fare e sono, cerco di esprimere i miei pensieri per fare qualcosa in questa società, ormai, allo sbando. Teniamo duro».

Patrizia, personaggio di ispirazione “gomorriana”, ha molti amici artisti, forse anche lei stessa da sempre sogna di fare l’attrice e combatte per l’arte, quella che avvicina più che mai. L’ultimo Dpcm, per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19, ha dato il colpo di grazia ai cinema e ai teatri, chiudendoli del tutto, cancellando concerti e tutti quei momenti artistici che hanno tenuto unite le persone, ispirato, calmato e condiviso durante il lockdown di marzo, quando, sia pure in altre forme, si è sentito il potere dell'arte e si sono rafforzati i legami tra creazione artistica e società.

Anche Tiziana De Giacomo con la sua Patrizia, ha attinto alla sua creatività per trasmettere delle linee guida sulla salute e condividere messaggi di speranza.

Attraverso l'hashtag #PatriziaNonRestaACasa, facciamo capire la nostra posizione contro la decisione di chiudere i cinema e i teatri. É necessario che si alzino voci dal mondo artistico per negoziare con le istituzioni e contrastare questa pessima decisione.

(Novembre 2020)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen