NEWS

ANNO 2017   di Luigi Rezzuti   Diciamoci la verità, stavamo aspettando tutti la fine dell’anno 2017. In molti attendevamo il 31...
continua...
L’ELEFANTE  E  LA  FORMICA, di  Eleonora  Bellini   di Luigi Alviggi     Questo lavoro rinnova la memoria su Mohandas Gandhi (1869–1948), il Mahatma...
continua...
MACCHINE DA SCRIVERE DALL’800 AD OGGI   a cura di  Luigi Rezzuti   Nell’epoca del digitale e dei computer la scrittura si è evoluta e continua ad...
continua...
LARGO O PIAZZA?   di Antonio La Gala     Spesso nel leggere cose della Napoli antica ci imbattiamo in denominazioni stradali che ci lasciano...
continua...
SPIGOLATURE   di Luciano Scateni   Effetto infestante dei migranti Ecco l’incipit di questa nota: la gramigna, la parietaria, i trifogli, invadono i...
continua...
IO E FRANCESCO   di ANNAMARIA RICCIO   A chi non è simpatico? Sentito parlare male del papa? Mai. Chiunque vorrebbe conoscerlo. Da quando si...
continua...
Il cervello anarchico – Enzo Soresi   di Luciana Alboreto   SIN è la sigla della “Società Italiana di Neurologia” che, dal 14 al 20 marzo 2016,...
continua...
 SONETTI PER IMMAGINI di Nino Velotti   di Nicola Garofano    Verrà presentato, domenica 5 marzo a Pompei (NA) presso il Pompeilab (Via Astolelle,...
continua...
Spigolature   di Luciano Scateni   Ma Vespa non è poi così insostituibile Parla a vanvera chi della Rai ha percezione, dal divano di casa,...
continua...
Parlanno ’e poesia 4 - Giovanni Boccacciari   di Romano Rizzo   Una fìgura di primo piano, nel panorama della poesia napoletana è stata, senza dubbio,...
continua...

SCOPERTO UN PIANETA SIMILE ALLA TERRA

 

di Luigi Rezzuti

 

Abbiamo scoperto il cugino della Terra”.

La NASA non si è limitata ad un semplice comunicato ma ha organizzato una conferenza stampa approfondendo i dettagli.

Dal 1995, quando fu confermata l’esistenza di altri pianeti oltre a quelli del nostro sistema solare, non si è mai trovato un corpo celeste che potesse essere ospitale.

In circa 20 ani sono sati identificati con certezza circa 200 pianeti, ma si tratta di giganti gassosi o di pianeti composti di roccia gelida.

Finalmente, sembra che abbiamo finito di pensare che siamo soli nell’universo, che non esistono altri pianeti abitati.

Si trova nella costellazione della Bilancia, sulla superficie c’è l’acqua che non congela nè bolle, e l’acqua è elemento di base di ogni forma di vita e quindi il miglior candidato a rendere un pianeta abitabile

 “Direi che ci deve essere un clima che ci permetterebbe di circolare in maniche di camicia” ha detto il professor Vogt dell’Università della Pensilvenia.

Fino ad oggi sapevamo di un solo pianeta dove esiste la vita, il nostro.

Quando si cerca la vita fuori dal sistema solare la NASA si concentra sulla ricerca di pianeti con caratteristiche simili al nostro.

E’ la prima volta che scoprono un pianeta extraterrestre che sembra avere diversi elementi in comune con la Terra.

Intanto non è molto lontano da noi in termini astronomici : appena 500 anni luce.

Un’altra speranza è affidata al telescopio spaziale Hubbe, sempre della NASA, che partirà nel 2018 per scandagliare ancora meglio questo pianeta.

Perché non sia disturbato nelle sue osservazioni, raccogliendo radiazioni infrarosse, sarà sistemato lontano dalla Terra addirittura un milione e mezzo di chilometri.

Intanto la scoperta rafforza la speranza di arrivare un giorno, forse non lontano, ad avere un gemello cosmico, a lungo cercato.

(Maggio 2014)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen