NEWS

La Fundación Escuela Museo Abierto Para El Mundo a “Il ramo d’oro”   Per i 25 anni della propria attività la Fundación Escuela Museo Abierto Para El...
continua...
SILVIO PERRELLA IN VIAGGIO NELLA LETTERATURA ITALIANA   Alla Feltrinelli di piazza dei Martiri, giovedì 9 giugno dalle ore 18, Silvio Perrella in...
continua...
Reading e presentazioni Napoli, venerdì 13, ore 17,30, alla Galleria Al Blu di Prussia, Via G. Filangieri, 42, Enza Silvestrini, Controtempo...
continua...
Miti napoletani di oggi.62 L’EXTRACOMUNITARIO   di Sergio Zazzera   Il fenomeno dell’immigrazione, soprattutto dai paesi africani, è divenuto...
continua...
AMERICA’S  CUP SENZA LUNA ROSSA   di Luigi Rezzuti   “Nello  sport come nella vita, non si può ricorrere sempre al compromesso del compromesso” dice...
continua...
Un interessante spettacolo di ERIN K   L’Associazione La Stazione & Rock Events hanno presentato, nei giorni scorsi, uno spettacolo live della...
continua...
Tra arte e natura. Sabato a Castel Gandolfo   di Luigi Rezzuti   Anche se con notevole ritardo, ho saputo di poter visitare Castel Gandolfo, partendo...
continua...
BOMBE DI MERCATO   di Luigi Rezzuti   E’ da poco terminato il Campionato italiano di calcio di Serie A e già gli addetti ai lavori sono impegnati in...
continua...
Andiamo a teatro   a cura di Marisa Pumpo Pica   L’iniziativa di  erreteatro, “Mutaverso al tuo Natale, regala il teatro”, che suggerisce a chi è a...
continua...
RITROVARSI  A  PARIGI di   Gaito  Gazdanov   Di Luigi Alviggi   Gaito Gazdanov (San Pietroburgo, 1903 – 1971), figlio di un guardaboschi, nel 1920...
continua...

Storia del Bambin Gesù di Gallinaro

 

di Luigi Rezzuti

 

Le sette sataniche sembrano avere, oggi più di ieri, una  rilevante forza di attrazione in tutto il mondo.

Londra ha il primato mondiale di sette sataniche. Seguono le città di Torino e Roma.

Entrare in queste sette all’inizio è una libera scelta ma ben presto l’adepto arriva ad un totale condizionamento per cui cambiare idea diventa impossibile e chi vuole andarsene viene ricattato e minacciato.

Una situazione certamente diversa, ma con risvolti pericolosi, è rappresentata dalla storia dello “scisma” avvenuto a Gallinaro, di cui  si è occupata anche la trasmissione Rai “Uno mattina”, condotta dal giornalista Franco di Mare.

Giuseppina Norcia, nata nel 1940, nota veggente del basso Lazio, ha animato per decenni la “Culla del Bambin Gesù”, proprio a Gallinaro, raccontando di visioni mistiche,  fin dal 1974.

Nel suo raccontare, Giuseppina afferma che, dalla sua prima comunione, d’un tratto vide “apparire e scendere dal cielo una nuvoletta soffice e luminosa, sulla quale era adagiato, dormiente, un pargoletto di sovrannaturale bellezza. Era Gesù Bambino. La nuvoletta si fermò a circa un metro dalla piccola. Gesù aprì gli occhi, che erano di incomparabile dolcezza, la fissò e le sorrise”.

Successivamente, nel 1974, il secondo presunto avvenimento:  avvolti dalla luce, le appaiono Gesù (non più bambino), la Madonna e San Michele, che le annunciano la missione di salvezza che dovrà compiere.

Da quel momento in poi le visioni di Cristo e Maria si susseguiranno. La Vergine avrebbe detto alla veggente: “Dopo i Sacramenti della confessione e della comunione non c’è altro … pregate per la conversione dei poveri peccatori.

Giuseppina avrebbe ricevuto messaggi soprannaturali fino al 5 luglio del 2008, quando venne stroncata da un collasso cardiocircolatorio.

Accanto alla sua casa era stato edificato, nel lontano 1975, un piccolo Tempio, mai consacrato, con dentro esposto un bambino di ceramica, avvolto in un velo di tulle.

Da allora, ogni domenica, arrivano a Gallinaro migliaia di fedeli da tutta Italia.

In realtà, la diocesi di Sora, nel 2001, chiarì che sul culto di Giuseppina non c’era nessuna approvazione ecclesiastica.

“I fatti che tendono a presentarsi come straordinari o  soprannaturali non risultano tali né per origine, né per natura, né per contenuto”

“Il fenomeno, scrissero i Vicari di Sora, è oggetto di vigilanza anche per il fatto di essere esposto ai rischi di un certo fanatismo religioso e di contaminazioni in contrasto con la dottrina cattolica”.

Alla morte di Giuseppina Norcia il marito della figlia della veggente, Mario Samuele, nato a Parma nel 1972, ex insegnante e profeta anti-Bergoglio, ha preso le redini della comunità, affermando di aver ricevuto i poteri dalla suocera.

Nel  giro di qualche anno Samuele “Il santone” ha cambiato completamente il volto del gruppo aprendo un vero e proprio  scisma tra i fedeli storici e i nuovi adepti.

Fino a quando era in vita, Giuseppina raccomandava l’importanza di tutti i sacramenti, la necessità di assistere alla Santa Messa, di confessarsi, di recitare il Santo Rosario.

Il “santone” Samuele non ha solo cambiato la denominazione del luogo da “Culla del bambin Gesù”  in  “Nuova Gerusalemme” , ma scoraggia i suoi adepti dal frequentare le chiese e i sacerdoti, le cui colpe avrebbero reso non più possibile, né reale la presenza di Cristo nell’Eucarestia.

Inoltre, lo stesso Samuele invita a non seguire l’attuale Pontefice Francesco perché sarebbe il profeta anticristo se non l’anticristo stesso, mentre il vero profeta sarebbe soltanto lui. Manipolando, così, le menti dei vecchi e  nuovi adepti e facendosi venerare come la “Reincarnazione di Gesù” avrebbe, dunque, l’intenzione di fondare una nuova chiesa, con un culto alla sua persona e con la costruzione di un “Tempio-Arca” , grazie alle offerte che riceve.

Intanto è già un bel po’ che la “Culla” di Gallinaro è stata chiusa ma i riti sono diventati personalistici, grazie a questo millantatore che, con uno stratagemma diabolico, allontana i fedeli dal vero Cristo, facendosi adorare.

 Quando “lui” appare c’è il delirio generale tra la folla, che mescola preghiere cattoliche a superstizioni settarie.

La massa lo ascolta a bocca aperta, avendo ricevuto il lavaggio del cervello. Egli riesce a far presa innanzitutto su casalinghe e operai ma anche su imprenditori e professionisti che lo difendono, lo invocano e ne praticano il culto.

(Marzo 2016)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen