NEWS

La Germania necessitata   di Marisa Pumpo   Sinossi del libro La Germania necessaria Nel 2012 la Germania non si presentava più solo quale attore...
continua...
La Posillipo di Virgilio   di Antonio La Gala     Il grande poeta Publio Virgilio Marone ebbe il primo contatto con Napoli quando decise di studiare...
continua...
"IL COMANDANTE BULOW"     (Gennaio 2019)
continua...
E’ ARRIVATA LA PRIMAVERA   di Luigi Rezzuti   La primavera ha inizio il 21 marzo per finire il 21 giugno. Dopo il maltempo arriva la nuova stagione....
continua...
Spigolature   di Luciano Scateni   Audience tv: tutto si fa per te Ma datevi una regolata. Il potere di condurre talk show, seguiti da qualche...
continua...
AMERICA’S  CUP SENZA LUNA ROSSA   di Luigi Rezzuti   “Nello  sport come nella vita, non si può ricorrere sempre al compromesso del compromesso” dice...
continua...
Parlanno 'e poesia   di Romano Rizzo   Antonino Alonge (Palermo, 20 settembre 1871 - Milano, 13 agosto 1958). Poeta e giornalista, visse a Napoli...
continua...
L’IMBUSTATO   di Luigi Rezzuti   Fin da ragazzo Ernesto aveva sempre sofferto con dolori alla schiena e tutti gli dicevano che ciò era dovuto ad un...
continua...
Miti napoletani di oggi.70 LE “PARENTI DI SAN GENNARO”   di Sergio Zazzera   Per “totem” – giova ribadirlo – s’intende l’animale, la pianta o...
continua...
Sotto le stelle della D’Ovidio Nicolardi   di Annamaria Riccio   A dicembre si è compiuta la manifestazione finale del progetto “Uniti sotto le...
continua...

LINO BANFI

 

di Luigi Rezzuti

 

Pasquale Zagaria, in arte Lino Banfi, nasce il 9 luglio del 1936 ad Andria, in provincia di Bari.

A quindici anni entra in seminario per diventare prete e qui si cimenta in diverse recite sacre.

Le sue esibizioni, però, suscitano l’ilarità degli spettatori ed è così che il Vescovo, riconoscendo in lui la vocazione alla comicità, gli consiglia di passare al palcoscenico dicendogli : “La tua vocazione non è quella di fare il prete, ma di far ridere la gente visto che ad ogni cosa che dici le persone ridono. È una missione pure questa!”.

Nel 1954 Banfi si trasferisce a Milano per tentare l’avventura del teatro di varietà: lavora con Franco Franchi e Ciccio Ingrassia, Lando Buzzanga, Renato Pozzetto, solo per citarne alcuni.

Raggiunge la notorietà con pellicole come “L’allenatore nel pallone”, “Il commissario Lo Gatto” e tante altre.

Dal 1974 al 1983 diventa l’icona delle commedie sexy all’italiana, lavora con Gloria Guida, Nadia Cassini e con Edwinge Fenech, con la quale gira ben 11 film.

Lascia il filone sexy all’italiana e, nel 1998, la sua notorietà aumenta con la fortunata serie televisiva “Un medico in famiglia”, dove interpreta Nonno Libero.

Quest’anno ha ricevuto il suo 15°Premio alla Carriera “L’arancia d’oro” nell’ambito del Festival dell’umorismo, condotto da Enzo Iacchetti e Laura Freddi, un evento che ha consacrato, nei suoi 31 anni, personaggi, come Ficarra e Picone, Aldo, Giovanni e Giacomo e tanti altri ancora.

Laura Freddi gli ha chiesto : “Come hai fatto a lavorare con tante bellissime donne senza mai innamorarti”.

Banfi le ha risposto : “Come fanno tutti coloro che lavorano seriamente e basta”.

Quest’anno sono iniziate a Cinecittà le riprese televisive della decima edizione di “Un medico in famiglia”, che proseguiranno in Puglia, nella zona di Alberobello, dove verranno girate alcune scene.

Lino Banfi ha detto: “Nonostante l’età che ho (79 anni), continuo a lavorare perché mi sento ancora giovane e tengo occupato il cervello”.

(Aprile 2016)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen