NEWS

Ma da un presagio d'ali   All'Aleph, Roma, venerdì 7 aprile, alle ore 17.30,  presentazione del libro di Donatella Costantina Giancaspero Ma da un...
continua...
Il limite infranto   di Gabriella Pagnotta   Georges Bataille, filosofo francese del secolo scorso, illumina il nostro tempo con le sue riflessioni...
continua...
LE FORME DELLA POESIA   Da “Il tempo del vino e delle rose” riceviamo e siamo lieti di pubblicare gli eventi della settimana: 4 maggio ore 18.30:...
continua...
UNA DONNA CHE VENDEVA  POESIE   di Luigi Rezzuti   Eravamo seduti al solito bar, in  attesa di radunarci tutti per la consueta uscita del sabato...
continua...
PRIMIZIE DI CALCIO MERCATO   di Luigi Rezzuti   Non è ancora terminato il campionato di calcio di Serie A, nè tanto meno siamo vicini alle date...
continua...
Reading e presentazioni Napoli, venerdì 13, ore 17,30, alla Galleria Al Blu di Prussia, Via G. Filangieri, 42, Enza Silvestrini, Controtempo...
continua...
Miti napoletani di oggi.48 LA CRIMINALITA’ ORGANIZZATA   di Sergio Zazzera   Ogni qualvolta il discorso cada sul tema della criminalità organizzata,...
continua...
Antichi giardini di ville campane   di Antonio La Gala   Spesso nel visitare qualche antica villa napoletana o campana restiamo colpiti dal...
continua...
Il Leicester vince il campionato di calcio inglese   di Luigi Rezzuti   In un campionato di calcio pulito, come quello inglese, può vincere anche una...
continua...
Miti napoletani di oggi.56 IL BUGNATO DEL GESU' NUOVO   di Sergio Zazzera   La storia della trasformazione del Palazzo Sanseverino nella chiesa del...
continua...

“Plenitude”

 

Sabato 5 Maggio 2018, alle ore 17.30, sarà inaugurata la mostra, a cura di Maurizio Vitiello, “Plenitude” con opere recenti del giovane artista romano Salvatore Marsillo allo spazio “RespirArt Gallery”, Corso Garibaldi, 30  64021 - Giulianova (TE), 085 219 67 25 – 327 546 78 42, e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Orario: 10–13/17–20 - fino a venerdì 11 Maggio 2018.


Scheda della mostra

“Plenitude”

a cura di Maurizio Vitiello

Salvatore Marsillo è nato a Roma, nel 1971; sperimenta in pittura e fotografia.

Viene, perché ha voglia di “esserci”, nel nuovo e accogliente spazio “RespirArt Gallery” di Giulianova.

Con gli “Arcipelaghi delle Differenze, ha motivato singolarità esistenziali e dimensioni dell’autoconsapevolezza, che intendono incontrare, poi, gli altri; da segnalare che si distinguono colorazioni spinte, nonché materie grezze e sincere che sollecitano l’alfabeto primario delle emozioni.

Dopo ha puntato sui “Labirinti dell’irrequietezza”, dove su più livelli combinati di dispongono segni arcaici, incisioni e figure geometriche, che indicano un cammino verso la catarsi, dopo resistenze interne ed esterne.

Poi, ancora, ha disposto “Foreste Nascenti“, che eleggono il concretizzarsi nella realtà dei progetti individuati durante la fase dell’Arcipelago.

In queste opere la natura è coltivata nell’istante in cui da un sostrato indistinto si oggettiva in forme multicolori o in candide foreste, materiche e palpitanti.

Questi passaggi ci danno la dimensione della ricerca dell’artista, che, seriamente, produce, per scalini e passi calibrati, con estrema riflessione mettendosi sempre in discussione.

Le sue azioni sono disciplinate da una visione intimista, a un guardarsi dentro per pesare scopi del suo far arte.

Ma ha anche diramato su più e variegate coordinate la sua produzione, che potrà essere apprezzata, in questa “location” abruzzese, nei vari e plurimi segmenti ordinati.

Salvatore Marsillo con le ultime opere lavora i volti umani con una rete di tessere, ad effetto “flou” o “soft focus”, vedasi la serie “Plenitude”, che riduce i contrasti dell'immagine, senza sfocare, ottenendo una diffusione delle alte luci con una minima invasione delle zone d'ombra; risultati: morbidezza del contesto visivo e, quindi, la realizzazione di una “sophisticated image”, riduzione delle imperfezioni della pelle, maggiore luminosità.

Insomma, accorda, con efficacia rivelatrice, intonazioni espressionistiche, dai toni inseguiti e raggiunti.

Meditate aperture flessibili e autentici iati inediti sostanziano le sue ultime disposizioni, indubbiamente, ludiche e, dichiaratamente, leggibili.

Con sillabate successioni vitali riesce a produrre illuminate immaginazioni, che ricombinano equilibrate atmosfere e segnano la ricerca di una pista icastica.

(Maggio 2018)

“L’UOMO NELLA STORIA”

 


Giovedì 14 dicembre 2017, alle ore 19,00 la ModartGallery di SABINALBANO, salita Vetriera, 15 Napoli, presenta la mostra “L’UOMO NELLA STORIA 1974” di Giuseppe Panariello a cura di Maresa Galli che interpreta in chiave filosofica il progetto di Panariello. L’artista presenta dodici opere (70x100) su dibond, dai cromatismi accesi che svelano memorie, visioni e mondi del viaggio nella storia dell’uomo. Panariello racconta con una grafica orientata alla comunicazione visiva il viaggio meraviglioso, sconcertante, ambiguo, trionfante, brutale dell’uomo nel tempo. Il progetto vedrà anche la presentazione del CALENDARIO 2018 in tiratura limitata, con stilemi di Maresa Galli. L’arte – spiega Panariello – è un grande viaggio, non ci si ferma mai: “vi fu sempre nel mondo assai più di quanto gli uomini potessero vedere quando andavano lenti, figuriamoci se lo potranno vedere andando veloci (John Ruskin). Questa mostra mi permette di condividere una parte della mia vita che non era visibile. Si tratta di disegni realizzati circa quarantatré anni fa ma che ora sono più attuali e sentiti che mai”. 
La mostra sarà visitabile da giovedì 14 dicembre 2017 al 14 gennaio 2018. (Per appuntamento info +39 348 8030029 - +39 347 8116190).

(Dicembre 2017)

Donne e Madonne

 

Al via la quarta edizione della Mostra Concorso "Mare Mota", che avrà per oggetto il tema intrigante "Donne e Madonne" e si terrà dal 15 dicembre 2017 al 15 gennaio 2018 presso i locali di via Mazzini, 34, a Vietri sul Mare. Il premio è organizzato dall'Associazione di cultura ceramica L'Isola di Samo presieduta da Ernesto Sabatella. Sarà una giuria popolare, composta da tutti i visitatori della mostra, che esprimeranno le loro preferenze con voto segreto, a decidere il vincitore del contest. Al primo classificato andrà una coppa, al secondo ed al terzo una targa-premio. Come di consueto, verrà anche assegnato un Premio speciale della Critica, in seguito a valutazioni compiute presso il Seminario Superiore di Arti Applicate di Torino, diretto dal professor Enzo Biffi Gentili. Il manifesto del concorso è stato realizzato dal professor Mauro Bubbico, grafico di fama, di recente entrato a far parte dell’Alliance Graphique Internationale (AGI), associazione internazionale che riunisce i migliori grafici, designer e illustratori del mondo. Gli Artieri che intendono partecipare al concorso dovranno far pervenire le loro opere alla Sede dell'Isola di Samo alla via Mazzini, 53 entro la data del 10 dicembre 2017. Come per le prime tre edizioni tutte le opere conferite entreranno nella disponibilità dell'Associazione a titolo di ristoro delle spese affrontate per la preparazione e gestione dell'evento. 

(Dicembre 2017)

“Pagine” di Vincenzo Aulitto e Francesco Lucrezi

 

 

Mercoledì 13 dicembre 2017 alle ore 17 presso Movimento Aperto, via Duomo  290/c Napoli si inaugura la mostra  “Pagine”, doppia personale di Vincenzo Aulitto e di Francesco Lucrezi. Resterà aperta fino all’ 8 gennaio 2018: lunedì e martedì ore 17-19, venerdì ore 10.30-12.30  e su appuntamento.

In mostra lavori, di varie dimensioni e di varie tecniche, eseguiti di recente e per l’occasione: un dialogo che si sviluppa sul tema del libro tra due artisti, ciascuno con un profilo ben definito.


Costanzo Ioni  introduce le opere di Vincenzo Aulitto  mentre si intitola : L’essenzialità della pratica artistica “ il testo che Dario Giugliano dedica a Francesco Lucrezi.

Vincenzo Aulitto, che vive e lavora a Pozzuoli incentra la sua ricerca artistica sul rapporto uomo-ambiente in un coinvolgimento dei sensi e degli elementi primordiali; ultimamente si sta interessando alla simbiosi arte/orto. “C’è il libro, ed è il ventre squarciato da un’energia profonda di cui assorbe gli umori in una patina variegata mescolata con pietre sulfuree, e ci sono le scorie, schegge e frammenti trascinati da un’onda fluida, che si inabissa e riemerge. E’ in questo fluire che si può cogliere una sorta di metamorfosi, gli oggetti trasfigurano e schizzano nello spazio, diventano scrigno di sabbie vulcaniche o foglie verdi, in un divenire che è fisico, materico, come nel pieno di un’eruzione, ma al tempo stesso prefigurano una più radicale trasformazione che si colloca in una dimensione imprevista, turgida e polisemica.” Scrive così Costanzo Ioni

Francesco Lucrezi, da anni impegnato fra l’altro, in una interpretazione visiva delle Sacre Scritture, in questo caso parte dall’illustrazione di un bel racconto di Carla Isernia, che aveva narrato la storia di due donne, anzi di una che vede il suo dramma anche alla luce dell’altra , fantasmatica  presenza ,evocata sullo sfondo dell’Archivio dei Banchi di Napoli.

In fondo potremmo concludere affermando che, parlando della donna in questi termini, si sta parlando , volutamente o meno, sotto metafora della condizione dell’arte, all’interno dell’universo del sapere occidentale, universo ben rappresentato da un’ambientazione come quella delle sale di una biblioteca, in cui il femminile si presenta, si manifesta, per rivendicare quel  ruolo primario che le spetta. E, del resto, tutto questo è ben chiaro allo stesso Francesco Lucrezi, il quale tanta parte di sé, delle sue energie, dedica alla pratica artistica, mai considerandola un accessorio della sua esistenza.” Scrive Dario Giugliano.

(Dicembre 2017)

NAPOLETANA - Arte turca al CAM

 


Dal 18 novembre 2017 alle ore 18.00 presso il museo CAM si terrà Napoletana, a cura di Kani Kaya, mostra di 37 artisti turchi. L’evento del museo di Casoria si presenta come un interessantissimo spaccato di arte contemporanea dalla Turchia, uno sguardo alla produzione reale, allo sviluppo in itinere di immagini e di idee, mai mostrate con tale ampio spettro in Italia. Pittura, fotografia e scultura da artisti (tra cui un folto gruppo di donne) che appaiono da un lato influenzati da una forte componente figurativa dall’altro dalla tendenza ad un astrattismo di matrice orientaleggiante. In occasione dell’inaugurazione sarà possibile confrontarsi con molti degli artisti che presenzieranno alla serata. La mostra sarà visitabile negli orari usuali del museo fino al 27 novembre.

(Novembre 2017)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen