NEWS

“Voi mi odiate e io per dispetto vi amo tutti”   Lunedì, 14 marzo, alle ore 18.00, presso la libreria IOCISTO’, in via Cimarosa, 20 (Piazza Fuga),...
continua...
5 maggio SPECIALE al "Tempo del vino e delle rose" di Napoli   Il tempo del vino e delle rose - Caffè letterario - piazza Dante 44/45, Napoli, Info 081...
continua...
Maggio dei monumenti   di Luigi Rezzuti   Come ogni anno, il mese di maggio è dedicato ai monumenti e quest’anno il tema della venticinquesima...
continua...
La Posillipo di Virgilio   di Antonio La Gala     Il grande poeta Publio Virgilio Marone ebbe il primo contatto con Napoli quando decise di studiare...
continua...
Nascita della stazione di Napoli Centrale   di Antonio La Gala   Tutti i napoletani, quelli meno giovani, per esperienza diretta, gli altri,...
continua...
The Starfish   di Nicola Garofano    “Con la testa nel delta del Mississipi, ma con i piedi ben piantati alle falde del Vesuvio”. Da questo motto...
continua...
La Prima Edizione de “Il Presepe Vivente” a Boscotrecase (NA) nell’antica contrada Oratorio Una straordinaria occasione per conoscere vecchi mestieri e...
continua...
CHI VINCERA’ LO SCUDETTO?   di Luigi Rezzuti   Certo è un momento di sofferenza quello del Calcio Napoli. Ci sono da recuperare i punti persi in...
continua...
Uno scugnizzo napoletano trasferito a Milano   di  Luigi Rezzuti   Mai nessuno mi chiamava Antonio. Sono nato a Napoli in un quartiere popolare e...
continua...
Il tempo del vino e delle rose - Caffè letterario piazza Dante 44/45, Napoli - Info 081 014 5940    17 maggio ore 18:00 L'incontro è dedicato a due...
continua...

Il tempo del vino e delle rose

Caffè letterario

piazza Dante 44/45, Napoli

Info 081 014 5940

 

Parafrasando Seneca, laddove c’è umanità ci può essere gentilezza. La gentilezza è un esercizio virtuoso dell’anima, una forma di eleganza del vivere, una carezza inaspettata. Napoli è una città generosa e gentile da sempre e noi del Tempo del Vino e delle Rose, figli della nostra città, alla gentilezza ci crediamo e vogliamo promuoverla. In un tempo dove parlare di gentilezza sembra strano crediamo che la rivoluzione, i cambiamenti veri passino da piccoli gesti che partendo dal singolo trasformano la comunità. Il nostro weekend della gentilezza che va dal 13 novembre al 15 prevede parole gentili, poesie, libri e colazioni sospese riprendendo l’invenzione del caffè sospeso per sensibilizzare ad una maggiore attenzione ai deboli, ai fragili, agli ultimi. Ringraziamo la piattaforma “Coltiviamo Gentilezza” dove potrete trovare il nostro video e vedere illustrate le nostre attività. 

“Molti studiano come allungare la vita, quando in realtà bisognerebbe capire come allargarla” (Luciano de Crescenzo)

Sii gentile e cambia il mondo

Stiamo vivendo tempi bui ma ricordiamoci di fare insieme la rivoluzione della gentilezza!

Coltiviamo Gentilezza 

(Novembre 2020)

E’ MORTO GIGI PROIETTI

 

di Luigi Rezzuti

 


Nel cordoglio di tanti, si è spento, per problemi cardiaci, Gigi Proietti, all’età di 80 anni, proprio nel giorno del suo compleanno.

Era nato a Roma il 2 novembre del 1940. Compagna di una vita l’ex guida turistica svedese, Sagitta Alter, dalla quale ha avuto due figlie, Susanna e Carlotta, di cui andava fiero. Anch’esse nomi in vista nel mondo dello spettacolo, in particolare, l’una come attrice, l’altra come cantante.

La sindaca, Virginia Raggi, ha messo a disposizione il Campidoglio per la camera ardente.

Ci lascia un insuperabile attore, un maestro, un personaggio di grande ironia e carisma, un regista, un “poeta” teatrale, amatissimo dal pubblico.

La carriera di Gigi Proietti è stata costellata da una serie di successi sia a teatro che a cinema e in televisione.

Nel 1978 si aprì la sua scuola di recitazione, di cui fu direttore e in cui si formarono tanti talenti, quali Flavio Insinna, Chiara Noschese, Giorgio Tirabassi, Enrico Brignano, Gabriele Cirilli, Massimo Wertmuller, Paola Tiziana Cruciani, Rodofo Laganà, Francesca Reggiani, Sveva Altieri e molti altri i quali, con lui, hanno conquistato il cuore del pubblico teatrale, televisivo e cinematografico.

Tra i suoi personaggi ci piace ricordare il “Mangiafuoco” nel Pinocchio di Garrone e “Il Maresciallo Rocca”. Tra i suoi spettacoli. “Cavalli di battaglia”, scelto per festeggiare i 50 anni di carriera.

Proietti sottolineava di aver fatto pochi film ma, se i cinema riapriranno per il 3 dicembre, come, per ora, è stato annunciato, ci sarà la proiezione del suo ultimo film “Io sono Babbo Natale”, con la regia di Edoardo Falcone.

(Novembre 2020)

CONVERSAZIONI DA "ETHOS E NOMOS"
 
 
(Dicembre 2019)

Il tempo del vino e delle rose - Caffè letterario

piazza Dante 44/45, Napoli - Info 081 014 5940

 

Giovedì 10 ottobre ore 18:30 Maria Grazia Gugliotti, in colloquio con Enza Alfano e Stefania Squillante, ci farà conoscere il mondo del suo volume "Inconfondibili tracce"(L'Erudita)
Intermezzi musicali con l'arpa di Zena. Letture di Francesca Avolio

Venerdì 11 ottobre ore 18:30 Paolo Mormile, presenta il suo "Manuale semiserio di resistenza quotidiana" Intelligente ma svogliato. (LFA publisher)

Sabato 12 ottobre ore 21:30torna sul nostro palco la nostra amica Sherazar Williams.
Dalla sua splendida voce, ascolteremo i successi delle women of pop, di tutti i tempi.

Domenica 13 ottobre alle ore 12.00, il poeta di"Affluenti"Jonathan Rizzo tornerà a Napoli per incontrare il pubblico di lettori e deliziarlo con letture tratte dal suo "La giovinezza e altre rose sfiorite".

(Ottobre 2019)

LE NAVI DELLA TIRRENIA
 
 
(Maggio 2019)
LA NOTTE DEI MUSEI
 
 
(Maggio 2019)

BREVE TRATTATO SUL LECCHINO

 

 

Biblio-mediateca  ETHOS e NOMOS - Via Bernini 50 (scala B) – Napoli.

Presentazione del libro di Antimo  Cesaro, BREVE TRATTATO SUL LECCHINO (La nave di Teseo, editore 2019).

Introduce Franco Lista. Ne discutono con l’autore Clementina Gily e Sergio Zazzera.

Giovedì 30 maggio 2019, ore 17.

(Maggio 2019)

“UN PERCHÉ AL GIORNO TOGLIE LA NOIA DI TORNO”

 

Giovedì 23 Maggio, ore 18,  Nuovo Teatro Sancarluccio, via San Pasquale, Napoli.

Roberto D’Ajello e Lucio Rufolo, presentano con l’autore

“UN PERCHÉ AL GIORNO TOGLIE LA NOIA DI TORNO”

di Luciano Scateni  / edizioni Intra Moenia

interventi musicali di Enrico Mosiello 

(Maggio 2019)

5 maggio SPECIALE al "Tempo del vino e delle rose" di Napoli

 

Il tempo del vino e delle rose - Caffè letterario - piazza Dante 44/45, Napoli, Info 081 014 5940

 Marisol Bohorquez Godoy, poetessa colombiana, e affermata traduttrice di poesia italiana in spagnolo

omaggiata dalla lettura della poetessa e traduttrice in napoletano ( ma nata in Sicilia) Rosanna Bazzano.

Un bell'intreccio di lingue, poetiche ed esperienze di traduzione.

Marisol Godoy (poetessa di formazione scientifica) presenterà i suoi libri in traduzione italiana : "Effetto farfalla" (Raffaelli editore) e "Antiparticelle". In dialogo con lei Vanina Zaccaria.

Rosanna Bazzano proporrà suoi testi inediti e sue traduzioni in napoletano di poetesse famose.

(Maggio 2019)

Maggio dei monumenti

 

di Luigi Rezzuti

 


Come ogni anno, il mese di maggio è dedicato ai monumenti e quest’anno il tema della venticinquesima edizione sarà “Il diritto alla felicità”.

Per tutto il mese, sarà possibile visitare palazzi storici, teatri, chiese, musei, e quant’altro.

Tra gli eventi da non perdere c’è il “ ‘700 dei lumi”, espressione della vivacissima fioritura culturale e artistica della seconda metà del ‘700 (in pittura, scultura, architettura, musica, letteratura, filosofia, teatro etc.) che costituisce il filo conduttore delle iniziative, dedicate a Gaetano Filangieri (nella foto), uno dei massimi giuristi e pensatori dell’Illuminismo napoletano, e non solo.

Lo ha annunciato l’assessore alla cultura del Comune di Napoli, Nino Daniele, facendo il punto sulle prossime iniziative culturali in città, che si articoleranno in mostre, visite guidate, reading, concerti e manifestazioni teatrali di vario genere.

Altro evento, “La festa Europea della Musica”, che sarà dedicata a Fabrizio De Andrè, a vent’anni dalla sua scomparsa.

Il Natale ha l’albero, la Pasqua ha l’uovo e il Primo Maggio ha il Concertone.

La location, quest’anno, è Piazza Dante, una delle Piazze più importanti e da sempre luogo di ritrovo di napoletani e turisti.

Un’occasione speciale per vivere uno dei luoghi del centro storico partenopeo in modo diverso, all’insegna della condivisione della musica e delle emozioni che solo un concerto sa regalare.

Si avvicenderanno sul palco tantissimi artisti.

Inoltre, proprio in questi giorni la città ha celebrato il teatro di figura nella Sala Giunta del Comune. L’assessore Nino Daniele ha consegnato al maestro burattinaio Adriano Ferraiolo un riconoscimento della Città di Napoli.

Ferraiolo, con la sua compagnia, è l’erede di una vera e propria dinastia di artisti del teatro di figura, artisti girovaghi che, da oltre centocinquanta anni,  di generazione in generazione, trasmettono e rinnovano l’amore per una forma d’arte  che è, allo stesso tempo, popolare e colta.

Nel corso della mattinata il maestro guarattellaio, Bruno Leone, con Nino Daniele e Franco Coticelli, docente di Storia del Teatro, ha presentato alla stampa l’apertura della prima “Casa delle Guarattelle”, che è stata inaugurata con una vera e propria festa, corredata da parate, spettacoli, visite guidate e concerti per Pulcinella, fino a sera.

Ed è giusto che sia stata inserita in questo nostro “Maggio dei Monumenti”, trattandosi di una forma d’arte tipicamente napoletana.

Altro evento da non perdere è l’apertura al pubblico della Casa Massonica che organizzerà visite guidate per questa tradizionale rassegna che, come sempre, spalanca le porte dei siti artistici  e culturali della città.

Le date fissate sono cinque: 4, 11, 18, 25 maggio  e 1° giugno.

Sarà possibile visitare anche una mostra fotografica di ispirazione esoterica, realizzata da Libero De Cunzo.

L’esposizione, che ha riscosso grande successo a Castel dell’Ovo nel periodo natalizio, rimarrà allestita nelle cinque date fissate dalla Casa Massonica napoletana, che fu acquistata nel 1916 per iniziativa di Vincenzo Vigorita e fu requisita dai fascisti, nel primo periodo del regime mussoliniano, e assegnata a un dopolavoro ferroviario.

Fu restituita, poi, ai legittimi proprietari, nel 1943, grazie all’interessamento di alcuni Fratelli, aiutati dal Colonnello Charles Poletti, italo-americano ed esponente della Massoneria statunitense.

(Aprile 2019)

L'ARTICOLO 21 DELLA COSTITUZIONE
 
 
(Marzo 2019)
BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen